Impariamo i termini del Poker

Indipendentemente dalla specialità giocata, ci sono alcuni termini utilizzati nel gioco del Poker che potrebbero, specie in caso di gioco in room online, essere inizialmente di ostacolo anche a chi sa giocare.

Tipicamente infatti, nelle diverse room e nei giochi online, si utilizzano termini in inglese per definire azioni ed oggetti al tavolo del Poker. Vediamo quindi un elenco di questi termini.

Dealer: Il dealer è il segnaposto, che si muove in senso orario ad ogni mano, che sta a rappresentare la posizione del mazziere. Nel poker online, il mazziere che distribuisce fisicamente le carte è rappresentato da una figura diversa dai giocatori ed il suo posto è invariato, mentre il dealer si muove e si posiziona davanti al giocatore di turno. Prima di sedersi ad un tavolo di poker online, è sempre bene verificare la posizione del dealer.

Cip: Il cip è la puntata obbligatoria da porre per iniziare a giocare. L’importo della puntata minima è definito dal tavolo, prima della partita. Prima di sedersi ad un tavolo, è sempre bene verificare che la puntata minima sia conforme alle nostre esigenze.

Ad ogni mano, quando viene il proprio turno, ogni giocatore ha la possibilità di parlare, ovvero di compiere una delle seguenti azioni:

Bet: Puntare: il primo giocatore di mano punta, ovvero mette una certa puntata nel piatto, di importo pari o superiore alla puntata minima del tavolo.

Check: Invece di puntare, si può decidere di bussare, ovvero di fare check. La mano passa al giocatore successivo che a sua volta può puntare o fare check. E’ possibile fare check solo se anche il giocatore precedente ha fatto check, altrimenti occorre puntare. Nel Texas, le carte sul tavolo vengono scoperte a giro di puntate chiuso, ovvero solo quando tutti i giocatori del tavolo hanno fatto check.

Call: Vedere, ovvero puntare dopo che un giocatore precedente ha puntato. In questo caso, l’alternativa al call è foldare, ovvero lasciare la mano.

Raise: Rilanciare, ovvero mettere sul piatto una puntata pari o superiore alla somma minima richiesta per restare in gioco. Se un giocatore rilancia, tutti gli altri sono costretti a fare call, ovvero vedere, o foldare, ovvero lasciare.

Fold: Lasciare. In caso non si voglia vedere o rilanciare, si consegnano le carte al mazziere e si esce dalla mano. In questo caso, ovviamente, si perde quello che si è messo in precedenza nel piatto.

Shodown: Quando tutti i giocatori hanno finito il loro ultimo turno di puntate o rilanci, si scoprono le carte e si confrontano i punti. Il piatto viene vinto dal giocatore che ha, a seconda della specialità, il punto di valore maggiore o, in caso di parità, in alcune specialità il piatto viene diviso fra giocatori di pari mano.

In alcune specialità, invece, come l’Omaha 8 e lo Stud, il piatto viene diviso fra il giocatore con la mano più alta e quello con la mano di valore più basso, mentre in altre il piatto va a chi ha la mano di valore più basso.

Condividilo con i tuoi amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi